Manutenzione delle casette da giardino

Il legno esposto agli agenti atmosferici, prima o dopo necessita di cure. Diffidate di chi vi dice che il legno può durare per sempre o che non necessiterà di manutenzione futura, perché non esistono trattamenti che possano garantirne una resistenza infinita. Piuttosto è giusto ammettere che esistono dei prodotti migliori di altri, che possono prolungare la salute del legno per più tempo. Una particolarità delle nostre casette in legno è che sono “lavabili”: essendo state trattate cioè con vernici all’acqua impermeabilizzanti avete la possibilità di rimuovere eventuali macchie di terra o muschio senza macchiare o danneggiare il legno. Per ottimizzare la protezione della vostra casetta a lungo termine, vi consigliamo  l’installazione di pratiche grondaie intorno al tetto della struttura. Questo piccolo accorgimento vi permetterà di far drenare l’acqua dolcemente e lontano dal suolo della casetta, evitando così la stagnazione di acqua sul fondo della casetta e il formarsi di pozzanghere ai lati.

Quando effettuare la manutenzione?

La manutenzione delle vostre casette in legno è importante che sia effettuata quando appaiono i primi segni di deterioramento (di solito circa ogni due anni), perché se agirete tempestivamente trattarla sarà davvero veloce e senza particolari complicazioni. Se lascerete invece che la struttura di legno si deteriori, sarà necessario dedicare più tempo per carteggiare e applicare vernice ed impregnante.

Nel caso delle casette La Pratolina, uno dei primi sintomi che vi suggerisce di passare all’azione è l’opacizzazione delle pareti esterne. Questo segnale vi indicherà che la vernice impermeabilizzante che abbiamo applicato in azienda si sta consumando. Il prodotto che abbiamo scelto, infatti, non sfoglia al contrario di altri, ma “sfarina” perché la sua speciale formulazione vuole che il film applicato consista di uno strato sottile che si dissolve nel tempo polverizzandosi.

Perché una manutenzione periodica?

Nonostante pensare alla manutenzione possa intimorirvi, vi possiamo garantire che se effettuata con periodicità sarà davvero semplice e veloce. Come accennato precedentemente, infatti, se dedicherete alla cura della vostra casetta un pomeriggio ogni due anni, non avrete bisogno di carteggiare il legno rovinato e ripassarlo con l’impregnante. Infatti, al contrario della verniciatura dei serramenti, per esempio, che può creare non pochi problemi a livello logistico e tecnico, la casetta è facilmente accessibile, non deve essere smontata e l’azione di verniciatura non necessita di particolari accorgimenti. Basterà una sola mano di prodotto per avere una protezione completa, quindi non c’è necessità di attendere l’asciugatura delle passate precedenti. La manutenzione potrebbe trasformarsi anche in un momento rilassante in cui passare del tempo all’aria aperta e perché no, in compagnia di un amico.

Perché la vernice e non l’impregnante?

Se la manutenzione avviene nel lasso di tempo consigliato, e cioè quando la struttura inizia a dare i primi sintomi di opacizzazione (ogni 2 anni) sarà necessario intervenire sulle uniche proprietà che il legno della vostra casetta sta perdendo e cioè sono quelle riguardanti l’impermeabilizzazione. La vernice, infatti, si comporta come una vera e propria pellicola nei confronti di ciò che sta sotto e garantisce quindi all’impregnante una protezione contro gli agenti atmosferici, permettendogli di mantenere viva la sua funzione e di non sbiadire nel tempo. Per questo motivo nel processo di manutenzione non sarà necessario riapplicare l’impregnante: perché le proprietà si sono conservate grazie al film della vernice che dovrà ora essere ripristinato per garantire una protezione continuativa al legno.

Cosa serve?

Vernice, pennello, guanti, spugna abrasiva, asta in legno per mescolare.

Come procedere:

  • Passare con cura la spugna abrasiva per rimuovere lo sporco che si può essere accumulato nel tempo e i residui “polverizzati” di vecchia vernice.
  • Mescolare accuratamente il prodotto (il prodotto che trovate nel nostro negozio online è già della consistenza e viscosità perfette, non ha bisogno quindi di diluizione).
  • Bagnare il pennello con la vernice e applicare seguendo l’orientamento orizzontale delle tavole. Quando bagnate il pennello assicuratevi che non ci sia troppo prodotto: se necessario fatelo scolare sul secchio e procedete poi con la stesura in maniera omogenea e continuativa, per evitare la formazione di macchie più scure.
  • Assicuratevi di pennellare con cura anche le parti meno in vista come i bordi dei serramenti. Per un’applicazione più comoda e per assicurarvi di non macchiare maniglie ed altri componente che non vanno trattati, potete rivestirli con dello scotch di carta, che rimuoverete a lavoro finito.
  • Dopo aver verniciato l’intera struttura, pulite con cura il pennello in acqua e lasciar asciugare la vostra casetta per 5/6 ore a seconda delle condizioni climatiche presenti.

 

Abbiamo realizzato anche questo video di dimostrazione  per facilitarvi nella procedura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *