Come realizzare un solido basamento per la vostra casetta in legno

Una solida Casetta parte sempre da buone fondamenta!

Un’importante operazione preliminare da compiere prima di montare la vostra casetta da giardino è quella di realizzare un basamento adeguato che protegga la casetta dal contatto diretto con l’umidità del suolo e che offra una superficie piana e livellata su cui la vostra casetta trovi stabilità d’appoggio.

La tipologia di basamento da giardino che consigliamo noi consiste in un primo livellamento del terreno propedeutico per la posa di piastre (o cemento armato). In questo modo realizzerete una base sicura ed esteticamente apprezzabile che proteggerà e sosterrà la vostra casetta nel tempo.

Quello che vi consigliamo è di realizzare l’opera con attenzione, dedicandogli un po’ di tempo, per avere la garanzia di svolgere un lavoro che sia durevole nel tempo e che non porti successivamente scompensi alla casetta.

E’ fondamentale, per la salute della casetta e il suo mantenimento nel tempo, che la pavimentazione d’appoggio sia a bolla, perché poggiare la casetta su di un piano irregolare potrebbe addirittura causare il danneggiamento dei serramenti (specialmente quelli scorrevoli della casetta Cubo). Vi sconsigliamo anche di aggiustare le irregolarità con dei tasselli, sassi e zeppe che possono favorire l’accumulo di acqua sotto la casetta, spostarsi e contribuire al deterioramento della casetta.

Cosa vi serve?

Metro, pala, piccone, materiale per bordatura (cordolo/pietre…), telo permeabile, ghiaia irregolare, rastrello, livella/massetto/tavola regolare, piastre, cemento.

1) Scegliere l’area su cui collocare la casetta e prepararla alla stesura della ghiaia

Perimetrate e definite la zona necessaria per la pavimentazione, assicurandovi che sia sufficiente per accogliere la casetta.

Aiutandovi con la pala e un piccone procedete rimuovendo le zolle di terra comprese nell’area con la profondità che desiderate (noi vi consigliamo di sopraelevare le piastre rispetto all’altezza del terreno, quindi di effettuare poi un riempimento a livello con il suolo).

Realizzate dei bordi ai quali la ghiaia si possa appoggiare per evitare che fuoriesca nelle aiuole. In questo passaggio potete usufruire indifferentemente di pietre e sassi o di un cordolo in cemento, ma anche di altri materiali.

2) Depositare un telo permeabile e sistemare le eventuali tubazioni

Quando avrete svuotato la parte di terreno necessaria ricopritela con un telo permeabile dove andrete successivamente a depositare la ghiaia e ne eviterà lo sprofondamento nel suolo. E’ importante che scegliate un materiale attraverso il quale l’acqua possa tranquillamente defluire al suolo senza andare a creare dannosi depositi.Se desiderate attrezzare la vostra casetta con elettricità, questo è il momento per posizionare le tubature e fermarle con la ghiaia come spiegato di seguito.

3) Distribuire la ghiaia in maniera uniforme

Versate e distribuite la ghiaia con un rastrello. È importante scegliere dei sassolini “squadrati” di modo che si possano incastrare e sovrapporre senza creare i vuoti e gli scivolamenti tipici di una ghiaia più tondeggiante. Ora è necessario livellare e uniformare l’altezza della ghiaia aiutandovi con una stadia di metallo o con una semplice tavola di legno. Per effettuare quest’operazione potete stendere a livello delle tavolette di legno per creare l’altezza e tirare la  ghiaia usandole come riferimento. Se desiderate potete versare qualche sprazzo di cemento di modo da rinforzare la coesione tra i piccoli elementi.

 

4) Procedere con la stesura delle piastre

A questo punto, dopo aver creato una base ben uniformata, potete procedere con la posa delle piastre.Controllate periodicamente con una livella, durante la stesura, che il livello del terreno sia ancora omogeneo. La scelta delle piastre è a vostra discrezione: potete scegliere per esempio di stendere delle piastre più eleganti in pietra, oppure di posizionare nella parte coperta quelle più economiche in cemento e circondarle, nella parte visibile con alcune più pregiate.

5) Stabilizzare il basamento

A questo punto se lo desiderate potete fugare le piastre tra loro con del cemento, ma quest’operazione potrebbe essere superflua.Infatti con il buon sottofondo realizzato precedentemente non ci saranno rischi che le piastre possano muoversi.

 

7) Ripulite il basamento e….montate la vostra casetta!

Infine, ripulite il cantiere e risistemate il terreno circostante: siete finalmente pronti per montare la vostra bellissima Pratolina!

Abbiamo reso disponibili le istruzioni per la posa anche nel formato video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *