I diversi trattamenti del legno: quale scegliere?

Uno dei temi più “caldi” quando si parla di casette in legno, è quello della durata nel tempo e della manutenzione. Molti ci chiedono delle casette che durino “per sempre”, altri ci domandano delle strutture che hanno subito il trattamento in autoclave, che viene raccontato dalle aziende fornitrici come miracoloso per il legno.

Come artigiani e lavoratori del legno da generazioni vi possiamo assicurare che non esistono prodotti o trattamenti che rendano il legno resistente a vita. Vi possiamo però dire che esistono prodotti migliori di altri in termini di qualità: questo significa che l’utilizzo di determinati impregnanti e vernici garantisce al legno una resistenza maggiore agli agenti aggressivi esterni ed un‘evoluzione più naturale, non violenta di un materiale “vivo” come il legno.

I trattamenti che utilizziamo sono comprovati da anni di esperienza e abbiamo via, via migliorato anche la qualità dei prodotti scelti, affinando la ricerca di un prodotto che fosse il più efficiente possibile in termini di durataprestazione e applicabilità.

Vi proponiamo qui di seguito un confronto in cui compariamo la nostra tipologia di trattamenti con gli altri presenti nel mercato delle casette in legno e con il processo mediante autoclave.

 

TRATTAMENTO LA PRATOLINA

Il trattamento delle casette La Pratolina consiste di due passaggi:

1) IMPREGNAZIONE ad immersione totale (per garantire la copertura omogenea e completa della superficie) con impregnante all’acqua di alta qualità che assicura protezione da marcescenza, muffa, azzurramento/invecchiamento, raggi UV, tarli, insetti.

2) VERNICIATURA ad immersione totale (per garantire la copertura omogenea e completa della superficie) con vernice all’acqua trasparente elastica che assicura impermeabilità al legno, non sfogliando nel tempo.

PRO E CONTRO

  • Come per qualsiasi altro trattamento o materiale non si esclude la manutenzione futura, che deve essere effettuata circa ogni due anni (o secondo esigenza) per mantenere la casetta protetta. Dopo questo intervallo di tempo, infatti, il legno della struttura è ancora esteticamente inalterato, ma risulta leggermente opaco proprio perché sta perdendo le proprietà impermeabilizzanti che vanno ripristinate con i trattamenti.
  • Se effettuato a questi intervalli non troppo distanti il trattamento di manutenzione è semplice e veloce.
  • Con la protezione della vernice trasparente, il colore della casetta non subirà grosse variazioni nel tempo, quindi non serviranno complicate operazioni di ritocco.
  • Il legno impermeabilizzato, grazie alla vernice elastica, non subisce alterazioni dovute alle variazioni climatiche e di umidità.
  • Il legno manutentato non peggiora esteticamente, ma anzi “ringiovanisce” ogni volta che si ripetono i trattamenti.
  • I prodotti di manutenzione che utilizziamo sono sicuri, atossici ed ecosostenibili.
  • Ciclo completo di trattamento per il legno, più costoso (compreso comunque nel costo della casetta) ma spalmato nel tempo.

Alcune delle nostre tavole trattate con impregnante Douglas e vernice impermeabilizzante trasparente

Una delle nostre casette impregnata e verniciata

TRATTAMENTO IN AUTOCLAVE:

Consiste nel sottoporre il legno a un forte vuoto (per eliminare l’aria presente nel legno) e pressione per far penetrare l’impregnante (arricchito con Sali) più in profondità rispetto al trattamento realizzato “a pennello”. L’impregnante dovrebbe penetrare a fondo ma in realtà penetra solo in minima parte e comunque solo nell’alburno (la parte più esterna del tronco).

PRO E CONTRO

  • Il trattamento in autoclave non esclude la manutenzione futura (da effettuare comunque con prodotti di un certo costo per ottenere un buon risultato).
  • Il legno appare esteticamente “invecchiato”, tendente al grigio-verde con ampie fessurazioni.
  • Questo tipo di trattamento rende la manutenzione successiva più difficoltosa, perché le fessurazioni impediscono al pennello di applicare l’impregnante in profondità.
  • Il trattamento in autoclave è biocida, ma non impermeabilizzante. Questo significa che protegge il legno da funghi, tarli e insetti, ma non dall’umidità e dalla pioggia, che alla lunga sono proprio gli agenti che permettono l’insediamento di questi infestanti.
  • Le fessurazioni presenti nei prodotti trattati in autoclave, creano dei canali nei quali l’acqua piovana raggiunge anche le parti più interne del legno aggredendolo quindi in profondità.
  • I legni di pino e abete in particolare, che sono quelli che utilizzano questo tipo di trattamento, sono per natura poco assorbenti. Questo significa che anche con questo tipo di trattamento più aggressivo l’impregnante penetra solo nella parte più superficiale senza raggiungere mai il cuore del tronco.
  • Alcune miscele di Sali (non certificate/non UE) che vengono aggiunge all’impregnante possono contenere Cromo e Arsenico, sostanze velenose, altamente nocive. In passato, infatti, l’efficacia biocida del trattamento veniva proprio garantita dalla presenza di questi due elementi chimici, ma attualmente in tutta l’Unione Europea sono stati resi illegali a causa della loro pericolosità e non possono più essere utilizzati per questo scopo, andando quindi a diminuire l’efficacia del trattamento stesso.

TRATTAMENTI DI ALTRI VENDITORI

  • La maggior parte delle casette “economiche” che si trovano nel web o nei grandi centri commerciali vengono vendute prive di qualsiasi trattamento, e cioè “al naturale” e quindi non hanno nessuna copertura contro funghi della marcescenza, tarli, insetti, UV, azzurramento.
  • Le spese per il trattamento di impregnazione e verniciatura (quindi di prodotto e manodopera) sono completamente a carico dell’acquirente.
  • Quando i prodotti vengono venduti a parte (spesso economici perché di scarsa qualità), per risparmiare si consiglia l’acquisto di quantità insufficienti per il trattamento delle facciate sia esterne che interne. Lasciando l’interno della casetta grezzo ed effettuando il trattamento solo esternamente, si va a produrre una differenza di assorbimento e reazione del legno tra interno ed esterno che in condizioni climatiche estreme di umidità, caldo e freddo provoca a lungo termine fessurazione e crepatura del legno.
  • Per quanto riguarda casette di legno più “serie”, di solito vengono fornite impregnate, ma senza la verniciatura, quindi NON impermeabilizzate.